14 luglio 2014

Auto elettriche, arriva la rivalsa: ora ci aiutano perfino nel black out

 

Non soltanto assorbono energia, ora sono anche in grado di donarla nei momenti di necessità. Arriva “Leaf to Home”, già posseduto dal 3% della clientela in Giapponedi ILARIA SALZANO

Ansiogeni dell’autonomia arrendetevi. Le auto elettriche oltre ad aver mostrato come guadagnarsi la stima dei guidatori (cittadini s’intende) ora puntano a dimostrare come la propria energia sia persino appropriata e sufficiente da poter essere distribuita in emergenza alle case, contribuendo a stabilizzare i carichi di rete: nel caso Nissan il progetto è già realtà e si chiama “Leaf to Home”.

Attraverso il dispositivo creato dalla Casa giapponese le auto e le abitazioni saranno in grado di commutare il flusso di energia da una all’altra, ripristinando la vettura in un secondo momento, quando serve, o durante la notte quando costa meno. Che sia un black out o la scelta di utilizzare una fonte esterna da casa propria per risparmiare dalle fasce orarie dell’elettricità più onerose, certamente il sistema è innovativo: le auto alla spina, dunque, si propongono al pubblico anche sotto un altro aspetto, rivalendosi sugli increduli che le consideravano solo mezzi succhia energia dalla poca autonomia: nei momenti di picco avere 6 kWh è più che abbastanza e questo grazie alle batterie della Nissan Leaf dalla capacità totale di 24kWh. Il sistema che arriva dal Giappone lì ha già convinto il 3% della clientela poiché in casi di emergenza, ad esempio come i terremoti, “Leaf to home”, fornito di semplici spine, può adempiere alle semplici necessità quotidiane anche di più edifici in contemporanea.

“Leaf to Home arriverà in Europa a fine anno, avrà dimensioni più piccole e costerà meno di 3500 euro, prezzo con cui ora viene venduto in patria. Questo può essere concepito davvero come l’inizio della rivoluzione, poiché nei prossimi anni i sistemi di stoccaggio statico potrebbero rivoluzionare il consumo energetico  –  afferma Francisco Carranza, manager Nissan Europa  –  pensate che con il riuso delle batterie delle elettriche, una volta dismessa l’auto, si può ancora sfruttare una capacità del 70-80% per 7 anni. Ciò va ad aumentare la flessibilità delle grid, recuperando energia che andrebbe sprecata”.


Un’evoluzione che sa davvero di futuro. E che non poteva che debuttare nell’unico posto italiano dove il futuro è già arrivato: nelle Marche, ad Angeli di Rosora, dove ci sono i 2 km più rivoluzionari del Paese in termini di green economy, ” 2 km di futuro” appunto. In questa prima micro città sostenibile, Nissan Leaf 100% zero emissioni trova il suo habitat naturale: un mondo fatto di edifici industriali in grado di gestire i flussi e di raggiungere l’autonomia energetica, di centrali idroelettriche e fotovoltaiche, d’infrastrutture per la mobilità, tutto all’insegna del design e di materiali eco-sostenibili. Il concept nato nel 2008 ad opera di Enrico Loccioni e della sua Leaf community (dove Leaf sta per Life Energy And Future) ha sempre avuto l’obbiettivo di migliorare la vita delle persone attraverso soluzioni innovative e rispettose della natura: una visione estremamente vicina a quella di Nissan. Non a caso condivide con lei anche un nome importante, il nome che per i giapponesi sta facendo la storia dell’auto elettrica con 120.000 unità vendute: qui, seppur con un altro significato (Leaf: Leading, Environmentally-friendly, Affordable, Family car) si continua allo stesso modo a vedere al futuro elaborando sempre innovazioni in nome dell’eco-sostenibilità e del benessere

Potrebbero interessarti

640x390_dem_adobe_pullsicurezza

METTI IN SICUREZZA LA TUA AUTO!!

Dal 26 Marzo al 30 Aprile 2018 approfitta dell’offerta di Renault per mettere in sicurezza la tua auto: OFFERTA PLACCHETTE FRENO ANTERIORI+CHECK UP SICUREZZA...

184704410-d247a3a4-335a-43f2-b0dd-ab8c67345860

Il Napoli calcio viaggia in Renault

Sempre più fitta la collaborazione fra case automobilistiche e squadre. La casa francese sceglie la città partenopea Renault punta sul Napoli: la casa francese...

Richiedi assistenza